Reticolo Idrico Principale Web Metadati
Reticolo Idrico Principale D.G.R. 01/08/03 - N. 7/13950 e successive modifiche indicate dagli STER
Home   >> Descrizione dati   >>
Delibera Giunta Regionale 1 agosto 2003 - n. 7/13950 e successive modifiche indicate dagli STER

Definizione e fonti originali


Per poter cartografare correttamente il Reticolo Idrico Principale è stato importante prendere in considerazione, come punto di partenza, la nozione di istanza di corso d'acqua presente nella Delibera Giunta Regionale 25 gennaio 2002 - n. 7/7868 "Determinazione del reticolo idrico principale ....omissis....".
La definizione di corpi idrici appartenenti al reticolo idrografico da considerarsi principale è stata effettuata dagli STER provinciali (ex Genio Civile), individuando all'interno del proprio territorio quei corsi d'acqua che possiedono i requisiti elencati nella d.g.r. n. VI/47310 del 22 dicembre 1999:

  1. corsi d'acqua già iscritti negli elenchi delle acque pubbliche
  2. corsi d'acqua anche non iscritti su cui sono state eseguite opere idrauliche da parte di Enti Pubblici
  3. corsi d'acqua oggetto di derivazione e/o attingimenti
  4. corsi d'acqua non iscritti, su cui sono già state rilasciate autorizzazioni di polizia idraulica, avendone caratteristica di acque pubbliche

verificandone poi la corrispondenza con gli ulteriori criteri qui di seguito elencati:

  • significatività dei bacini
  • particolarità di corsi d'acqua di lunghezza inferiore ai 2 km
  • significatività dei corsi d'acqua totalmente compresi nel territorio comunale
  • individuabilità dei tratti costituenti il reticolo principale
  • visibilità in cartografia dei limiti che definiscono il reticolo principale
  • congruenza con i limiti dei laghi principali.
Fonti cartografiche e alfanumeriche

Le fonti cartografiche e alfanumeriche che sono state utilizzate per l'individuazione dei corsi d'acqua appartenenti al Reticolo Idrico Principale sono:

  • le 11 tabelle excel fornite dagli STER provinciali in cui sono contenute le informazioni alfanumeriche sul Reticolo Principale così come sono state definite nell’allegato A della d.g.r. 25.1.2002 n. 7/7868, sostituite successivamente dalle tabelle presenti nell'allegato A della d.g.r. 1.8.2003 n. 7/13950, sulle quali dal 2004 alla fine del 2007 sono state date indicazioni di alcuni significativi aggiornamenti da parte degli STER, relativamente ai valori presenti nei campi: nome del corso d’acqua, foce, descrizione del tratto principale, comuni attraversati.
    Tali modifiche segnalate dagli STER all’ufficio regionale competente (U.O. “Difesa del Territorio”), comporteranno la realizzazione di una nuova delibera di aggiornamento dell’allegato A, cioè dell’elenco dei corsi d’acqua appartenenti al reticolo idrico principale.
  • L'idrografia del Sistema Informativo Territoriale - Polo Centrale della Regione Lombardia presente nella banca dati CT10 (scala 1:10.000 sistema geografico Gauss-Boaga) nel formato shapefile, suddivisa per gli undici lotti provinciali; a tale shape sono stati aggiunti due campi IDT_N (codice univoco d'identificazione del Reticolo Idrico Principale) e NUOVO_GE (diverso da 0 per quei tratti di corsi d’acqua acquisiti ex-novo rispetto allo shape della CT10).
  • le cartografie prodotte dalle strutture degli STER. Esistono problemi a tal proposito perché non sempre vi è una corrispondenza tra la numerazione univoca indicata nelle tabelle e quella indicata sulle carte. Inoltre alcune carte sono state acquisite su base cartografica che non è la CTR ma l'IGM.
Soggetti coinvolti

    I soggetti coinvolti sono i seguenti:

  • Unità Operativa “Sistemi Informativi per l’ambiente e il paesaggio: SILVIA e SIBA”: ha il compito di acquisire numericamente la geometria dei corsi d’acqua appartenenti al reticolo idrico principale e d’inserire in un apposito db access le informazioni alfanumeriche, contenute prima nelle tabelle presenti nell’allegato A della d.g.r. 25.1.02 n. 7/7868, successivamente sostituite dalle tabelle dell’Allegato A della d.g.r. 1.8.03 n. 7/13950. Le modifiche, indicate dagli STER nel 2004 e inizio 2005, sia sul percorso di alcuni corsi appartenenti al reticolo idrico principale sia sulle informazioni alfanumeriche ad essi associati vengono implementate dalla medesima unità operativa
  • Unità Organizzativa “Difesa del Territorio”: ha il compito di confrontarsi con gli STER provinciali per la raccolta delle informazioni sul reticolo idrico principale e trasmetterle all’unità operativa precedente
  • Gli 11 STER provinciali (ex-Geni civili): sono gli enti pubblici che hanno il compito di definire quali siano i corsi d’acqua appartenenti al reticolo idrico principale
  • Lombardia Servizi Spa: si confronta con gli enti suddetti per la modellazione del reticolo idrico principale, ha il compito di creare il db access per il data-entry sulle informazione alfanumeriche del reticolo idrico principale e di produrre le procedure automatiche di controllo sul prodotto “digitalizzato”, e di creazione del dato finale.
Descrizione delle informazioni alfanumeriche collegate al Reticolo Idrico Principale

Informazioni alfanumeriche


NOME PROVINCIA
Nome della provincia
CODICE IDENTIFICATIVO

Identificativo del corso d'acqua appartenente al Reticolo Idrico Principale. Si ricorda che la compilazione è avvenuta nel seguente modo:

  • le prime due lettere sono la sigla della provincia di cui si sono inseriti i dati, seguono tre caratteri numerici e infine una lettera finale che in genere è la Z. Es. BG001Z, VA008Z ecc.
  • L’ultima lettera non potrà essere la Z quando il corso d’acqua individuato nelle tabelle, allegate alla delibera 1.8.03 N. 7/13950 e successive modifiche, viene distinto in due o più corsi d’acqua es. BG001Z diventa BG001A, BG001B ecc. , Dopo l’aggiunta BG001Z, viene cancellato.
  • Se si deve inserire un nuovo corso d’acqua rispetto a quelli individuati dagli STER nelle tabelle dell’allegato A, la numerazione parte dal numero successivo all’ultimo numero individuato dagli STER. Es. Se MN092Z è l’ultimo nella provincia di Mantova, quello nuovo diventa MN093Z.
TIPO

Tipologia del corso d’acqua da indicare nel toponimo principale

  • 1 - (Fiume)
  • 2 - (Torrente)
  • 3 - (Torrente dei)
  • 4 - (Canale)
  • 5 - (Breggia)
  • 6 - (Cavo)
  • 7 - (Colatore)
  • 8 - (Colo)
  • 9 - (Fosso)
  • 10 - (Fosso delle)
  • 11 - (Fosso di)
  • 12 - (Naviglio)
  • 13 - ( Riale)
  • 14 - (Rio)
  • 15 - (Roggia)
  • 16 - (Scaricatore)
  • 17 - (Scolmatore)
  • 18 - (Scolo)
  • 19 - (Collettore)
  • 20 - (Vallaccio)
  • 21 - (Vaso)
  • 22 - (Torrente e derivatore)
  • 23 - (Collettore principale di bonfica)
  • 24 - (Torrente e colatore)
  • 25 - (Torrente o rio)
  • 26 - (Fiume e derivatore)
  • 27 - (Cavo e scolmatore)
  • 28 - (Colatore o roggia)
  • 29 - (Lago)
  • 30 - (Allacciante)
  • 31 - (Colo Cavo)
  • 32 - (Fiumicello)
  • 33 - (Fossa)
  • 99 - (Altro caso)
NOME RETICOLO PRINCIPALE
Nome principale del corso d'acqua individuato come Reticolo Idrico Principale, da allegato A della d.g.r. 1.8.03 n. 7/13950 e successive modifiche indicate dagli STER all’ufficio regionale competente.
DESCRIZIONE  RETICOLO PRINCIPALE
Descrizione del corso d'acqua individuato come Reticolo Idrico Principale, da allegato A della d.g.r. 1.8.03 n. 7/13950 e successive modifiche indicate dagli STER all’ufficio regionale competente
FOCE 
Foce o sbocco del corso d'acqua individuato come Reticolo Idrico Principale, da allegato A della d.g.r. 1.8.03 n. 7/13950 e successive modifiche indicate dagli STER all’ufficio regionale competente
NOTE

Note

NUMERO ELENCO ACQUE PUBBLICHE

Numero d'iscrizione all'elenco delle acque pubbliche, da allegato A della d.g.r. 1.8.03 n. 7/13950 e successive modifiche indicate dagli STER all’ufficio regionale competente

STRALCIO

Indica se il corso d'acqua è stato stralciato rispetto alla d.g.r 1.8.03 n. 7/13950.

True – Stralciato
False – Non stralciato

Tabella degli alvei fluviali del Reticolo Idrico Principale


PROVINCIA
Nome della Provincia
NOME
Nome del corso d'acqua appartenente al Reticolo Idrico Principale
AREA
Area dell'alveo del Reticolo Idrico Principale